Mercoledi 28 Marzo 2018
Regia: Sebastiàn Lelio
Orari: 15.30 – 17.30 – 19.30 – 21.30

Il cileno Sebastian Lelio prosegue dopo il premiato Gloria la sua esplorazione della dignità e dell’orgoglio femminili con un nuovo film, anch’esso premiato (quest’anno) al festival di Berlino, e un nuovo forse un po’ meno indimenticabile ma altrettanto ben inciso personaggio. Quello di Marina in Una donna fantastica. Accompagnata con reciproca passione a un uomo di età molto più avanzata della sua, solo dopo l’irreparabile che d’improvviso accade a lui ci si rivela con uno scarto narrativo portatrice di una natura sessuale più complessa e contraddittoria di quanto sembrava. Con le ricadute che ciò comporta nelle relazioni con la famiglia di Orlando, il suo uomo, che aveva per lei, per amore di Marina, sconvolto convenzione consuetudini. Coprodotto dal regista cileno Fabio Larrain, con il cui formidabile stile Lelio condivide solo in parte l’asciutta crudezza. Qui la sua mano si rivela più incerta nell’alternare l’impianto realistico del suo fiero ritratto femminile a divagazioni gratuitamente estetizzanti.
Da La Repubblica, 19 ottobre 2017